Debito: Italia seconda dietro Grecia

debito-pubblico-italia-seconda-europa

Italia seconda sola dietro la Grecia: il rapporto tra il debito pubblico e il Prodotto interno lordo ha superato il 130% durante i primi tre mesi del 2013.

Lo ha reso noto l’Istituto di statistica dell’Unione europea (Eurostat).

Il debito pubblico italiano tra gli scorsi mesi di gennaio e marzo ha toccato infatti quota 130,3%, rispetto il valore del 127% registrato nell’ultimo trimestre del 2012 ed al 123,8% dei primi tre mesi dello scorso anno.

Il debito pubblico italiano nel corso del primo trimestre del 2013 è stato pari a 2.034.763 miliardi di euro.

Al vertice di questa non di certo invidiabile classifica troviamo la Grecia, che raggiunge quota 160,5%, seguita appunto a ruota dal nostro paese.

Sul gradino più basso del podio troviamo il Portogallo (127,2%) e subito dopo l‘Irlanda (125,1%).

I livelli più bassi sono segnalati in Estonia (10%) e Bulgaria (18%). La crescita maggiore nel periodo è stata registrata dall’Irlanda (+7,7%)

Complessivamente nella Ue a 27 il debito/Pil alla fine di marzo è risultato pari all’85,9%, in rialzo rispetto al dato di fine dicembre a quota 85,2%.