Danieli, utile esercizio 2011/12

danieli-acciaierieDanieli, uno dei leader mondiali nella produzione di impianti siderurgici e nella lavorazione del ferro, ha chiuso l’esercizio 2011/12 con un utile netto pari a 190,4 milioni di euro, in flessione dell’1,1% rispetto ai 192,5 milioni di euro dell’esercizio 2010/11.

Il consiglio di amministrazione del gruppo proporrà all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo pari a 0,33 euro per le azioni ordinarie e di 0,3507 euro per le azioni di risparmio.

I ricavi del gruppo sono stati pari a 3,081 miliardi di euro, in diminuzione dell’1,2% rispetto all’anno precedente, comunque migliori delle attese degli analisti.

L’Ebitda è risultato pari a 312,8 milioni di euro, in flessione rispetto ai 349,5 milioni registrati a fine giugno 2011, e il margine operativo lordo è diminuito del 22,4% a 299,7 milioni di euro.

L’utile operativo è stato pari a 210,8 milioni di euro, in flessione rispetto i 296,1 milioni di euro dell’anno precedente, e la posizione finanziaria netta è diminuita a 824,6 milioni di euro, dagli 879,3 milioni di euro registrati nel precedente esercizio.

Le stime per il 2013 sono positive, con i consumi di acciaio che sono attesi in crescita.

 

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica