Cuneo fiscale Italia record

Cuneo fiscale Italia record

Italia in testa alle classifica dell’Ocse sul peso del fisco e dei contributi sul costo del lavoro. Per un dipendente italiano con coniuge e due figli a carico risulta pari al 38,3%, rispetto ad una media Ocse del 26,1%, ben 12,2 punti in meno.

Confrontando i lavoratori italiani con quelli della zona euro, la differenza è pari a 6,9 punti.

È  quanto risulta da un rapporto di Bankitalia sul peso del cuneo fiscale, in termini percentuali, del costo del lavoro.

Considerando i lavoratori dipendenti senza alcun carico familiare, si sale di altri dieci punti percentuali, con un peso delle tasse e dei contributi pari al 47,6% del costo del lavoro, un cuneo fiscale più alto di ben 21,5 punti rispetto a quanto registrato negli altri paesi.

Prendendo in esame i paesi appartenenti al G7,  il peso fiscale a carico dei lavoratori è cresciuto in Italia più di tutti, pari a 2,6 punti in più, dal 35,7% del 2007 al 38,3% del 2012.

Subito dietro troviamo il Giappone, con un incremento di 1,7 punti.

Nel Regno Unito è invece sceso, passando dal 28,4% al 27,9%.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica