Crisi Sud Italia: pil -3,8% triennio 2009-2012

Crisi Sud Italia: pil -3,8% triennio 2009-2012

Il Sud del nostro paese tra il 2009 e il 2012 ha registrato un calo del Pil del 3,8%, dell’occupazione del 3,4% e dei consumi del 4,6%.

È quanto diffuso dall’Istat.

Nel Centro Italia risultati in calo ma più contenuti, con il Pil sceso dell’1,2%, l’occupazione del 2,2% ed i consumi del 2,4%.

Per quanto riguarda invece le regioni del Nord del Paese, il Pil registra una crescita dell’1,8% nel Nord-ovest e dello 0,9% nel Nord-est, mentre l’occupazione è in calo nel Nord-ovest dell’1,5% e dello 0,8% nel Nord-est. Anche i consumi scendono: -1,3% nel Nord-ovest e -2,4% nel Nord-est.

Le aree che registrano una crescita del Pil maggiore sono Bolzano (+ 3,1%) e la Lombardia (+2,5%).

Tra le altre regioni che registrano un Pil positivo nel triennio esaminato dall’Istat, il Piemonte (+1,8%) e l’Emilia-Romagna (+1,5%). La peggior al Nord è la Liguria, che registra un calo del Pil del 2,4%.

Fra le regioni del centro, da segnalare il forte calo dei consumi registrato in Umbria (-5%).

Nel Sud dell’Italia, i risultati peggiori sono per Molise (Pil -5,9%) e Sicilia (Pil -5,3%). La Puglia invece è quella che registra una flessione più contenuta del Pil (-2,7%).

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica