Costruzioni ripresa dal 2016

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

 Costruzioni ripresa dal 2016

Il tanto atteso anno di svolta per il settore delle costruzioni potrebbe coincidere con il 2016. L’anno in corso si chiuderà con un ribasso dell’1,3 per cento ma il prossimo dovrebbe registrare una crescita dell’1 per cento. È quanto previsto dall’Osservatorio congiunturale sull’industria delle costruzioni dell’Ance.

Edilizia 2015

La stima dell’Ance per il 2015 mette ancora in risalto una riduzione degli investimenti nel comparto delle costruzioni dell’1,3 per cento, dopo i crolli del 7 per cento nel 2013 e del 5,2 per cento nel 2014.

Per quanto riguarda l’occupazione, il numero di addetti nel settore, dopo 19 trimestri consecutivi di cali continui, nel periodo aprile-giugno 2015, ha registrato una crescita del 2,3 per cento su base annua.

Costruzioni 2016

Ecco dunque che le aspettative per il 2016 sono finalmente positive. La previsione dell’Ance è per un incremento dell’1 per cento in termini reali degli investimenti in costruzioni. Si tratta di una prima inversione di tendenza dopo i cali costanti in atto dal 2008.

L’Ance prevede per gli investimenti in nuove abitazioni un calo del 3,5 per cento, un dato in rallentamento rispetto al -6 per cento del 2015 e del 13,9 per cento del 2014.

Il 2015 si chiuderà con 440 mila transazioni, registrando una crescita del 5,3 per cento, mentre il 2016 segnerà un rialzo del 13,5 per cento, raggiungendo quota 500 mila unità.