Costruzioni primi segnali di ripresa

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

costruzioni ripresa

Il comparto delle costruzioni, dopo oltre quattro anni di crisi continua, è tornato a registrare risultati positivi. La produzione nel mese di settembre 2015 è infatti cresciuta dello 0,4 per cento. Per quanto riguarda l’occupazione relativa al secondo trimestre del 2015, è stata registrata in progresso del 2,3 per cento, pari a 34.000 occupati in più. È quanto emerso dall’ultima indagine compiuta da Confartigianato.

Edilizia occupazione

In quasi cinque anni l’occupazione ha perso 378.000 addetti.

La crescita degli occupati è stata registrata in rialzo del 3 per cento nel corso dell’ultimo anno, con un incremento più marcato soprattutto al Nord e nelle regioni del Mezzogiorno.

Situazione ancora difficile per il mercato del lavoro nel Centro Italia dove l’occupazione nel comparto edile ha fatto registrare una ulteriore ribasso dello 0,3 per cento.

Spesa Opere pubbliche

Confartigianato ha messo in risalto la forte contrazione per quanto concerne la spesa in opere pubbliche (fabbricati, strade, porti).

Nel periodo compreso tra il 2010 e il 2014 la spesa sostenuta è stata pari a 24,762 milioni di euro a fronte di una media di 29,854 milioni di euro sborsati tra il 2005 ed il 2009.

Soltanto lo scorso anno gli investimenti effettuati dalle amministrazioni pubbliche sono crollati a quota 20,864 milioni di euro.