Come segnalare gli evasori con un app

tassa-li Segnalare gli evasori fiscali con il telefonino Stanchi di comprare merce senza ricevere fattura o scontrino fiscale? Niente paura, da oggi esiste un applicazione pensata apposta per voi. Si chiama Tassa.li ed è un app sviluppata da Edoardo Serra, un giovane torinese, che visto il periodo di crisi e le tante polemiche sugli evasori ha pensato di creare uno strumento efficace per combattere i “furbetti”. Il funzionamento del programma è veramente semplice: ad ogni acquisto in cui il commerciante non emetta regolare scontrino fiscale, si potrà segnalare con l’app la tipologia di esercizio commerciale e il valore dello scontrino non battuto, tutto questo sfruttando la funzione di geocalizzazione per segnare il punto preciso sulla mappa. Tutte le segnalazioni vengono raccolte in un unico database che, in tempo reale, aggiorna le app degli utenti segnalando quali esercizi non emettono scontrino: ovviamente la segnalazione del consumatore (voi) viene tenuta segreta, questo per non violare giustamente la legge sulla privacy. Lo scopo, secondo l’autore, è quello di creare una vera e propria mappa degli evasori e allo stesso tempo sensibilizzare le persone ad una maggiore attenzione verso quei commercianti che spesso evadono la procedura prevista. L’applicazione è già disponibile per iPhone e Android comprendo quasi la totalità dei dispositivi mobile presenti sul mercato: ovviamente Facebook non poteva restarne fuori, e così anche il social media ospita una fans page dove poter segnalare l’evasione fiscale. In pochissime settimane, dai dati raccolti, ci si accorge di come si possa evadere quasi tre milioni di euro con l’aiuto di soli 10 mila utenti attivi.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica