Come rispondere alle domande finali del colloquio di lavoro


domandeCosa domandare al vostro esaminatore al termine del colloquio

Il colloquio di lavoro, vero e proprio biglietto da visita sul quale molte aziende puntano tutto, può rivelarsi più complicato del previsto: molti dei candidati si presentano prontissimi a rispondere a tutte le domande che il selezionatore potrebbe fargli ma, alla domanda “Ha qualche domanda?” rimangono in silenzio, quasi spiazzati dal quesito.
Farsi trovare sempre pronti sarà per voi un’arma davvero importante, sopratutto perchè molte volte ciò che rimane impresso al nostro esaminatore sono le battute conclusive del colloquio, proprio per questo oggi vogliamo darvi un ottimo consiglio.

Ecco una serie di domande che potresti porre al termine del colloquio:

Che tipo di struttura possiede la dirigenza dell’azienda? Cosa cambierebbe a livello aziendale? Quali sono gli obiettivi dell’azienda nei prossimi 10/15 anni?

Vi raccomandiamo di non porre domande banali che potrebbero essere considerate negativamente nella valutazione della vostra candidatura: ad esempio mai chiedere “Dove sono le vostre sedi?” oppure “Chi sono i vostri clienti?”, tutte domande alle quali trovare risposta cercando un pò su internet o informandovi attraverso altri canali.
Altre domande che potrebbero suggerire all’esaminatore la vostra capacità di analisi e raccolta informazioni sono

Tra quanto avrò notizie relative a questo colloquio? La posizione che andrò a ricoprire da quando sarà libera?

Queste sono solo alcune delle domande da poter porre: preparate a tavolino il vostro colloquio, in questo modo avrete molte più probabilità di essere assunti.

Continua: Colloquio di lavoro





Lascia una risposta