Coca-Cola dichiara guerra all’obesità

coca-cola-obesità

Coca-Cola ammette le sue colpe e si dichiara apertamente contro l’obesità, sia negli USA che nel resto del pianeta.

Il colosso americano ammette l’effetto dannoso sulla salute che provoca il crescente consumo di bibite gassate e zuccherate, e per tale motivo ha deciso di abolire la pubblicità diretta ai bambini al di sotto dei dodici anni di età.

Inoltre si è detta pronta a sostenere programmi di fitness in numerose città americane e del mondo, ed iniziare ad incoraggiare l’uso di bevande dietetiche.

Altra novità, l’adozione un nuovo sistema di trasparenza riguardante i suoi prodotti, sui quali saranno impressi, maggiormente in risalto, più informazioni sul contenuto calorico.

Diversi infatti gli studi diffusi recentemente, sui danni provocati dall’abuso di bevande ricche di zuccheri.

Ad esempio la Harvard School of Public Health Consumption ha comunicato che il consumo di una bibita zuccherata al giorno fa crescere del 20% il rischio di attacchi di cuore negli uomini adulti.

Ed un identico consumo tra i bambini, fa aumentare di ben il 60% il rischio di obesità.

Il gruppo Coca-Cola ha dichiarato di voler essere una parte attiva nella soluzione di questa problematica sociale.

Facciamo un “nodo” e vedremo se le promesse del gigante di Atalanta saranno mantenute.

 

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica