Chiusi tremila negozi a luglio e agosto

negozi-chiusi-crisi-

Commercio ancora in forte crisi sebbene gli ultimi indicatori economici segnalano un miglioramento rispetto al 2012: secondo le rilevazioni dell’Osservatorio Confesercenti, nei mesi di luglio ed agosto hanno aperto 2.656 nuove attività contro 5.574 cessazioni, riportando un saldo negativo di 2.918 negozi. La crisi quindi non molla la sua presa nel settore.

Dopo la ripresa registrata nei mesi di maggio e giugno 2013, con un saldo positivo di 1.422 attività rispetto al bimestre precedente che faceva segnare una prima timida inversione di tendenza, ora un nuovo passo indietro nel comparto del commercio negli scorsi due mesi estivi.

Nei primi otto mesi dell’anno nel commercio al dettaglio si registra comunque un forte saldo negativo pari a 14.246 imprese, risultato di 18.208 nuove aperture e 32.454 chiusure.

Rispetto allo stesso periodo del 2012, si registra comunque un lieve miglioramento a fronte delle 15.772 attività chiuse.

In positivo i dati riguardanti gli esercizi su area pubblica, che dall’inizio dell’anno hanno registrato 1.972 imprese in più.

Da segnalare che con riferimento ai commercianti attivi su area pubblica, la percentuale di imprenditori stranieri nel comparto è arrivata a toccare ben il 67%.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica