Cassa integrazione crolla a marzo

 Cassa integrazione crolla a marzo

A marzo 2015 diminuiscono le ore di cassa integrazione, pari complessivamente a 61,6 milioni, con una flessione del 43,8 per cento rispetto allo stesso mese del 2014 (109,7 milioni). È quanto diffuso dall’Inps.

L’istituto di previdenza rende noto che a marzo 2015 le ore autorizzate di cassa integrazione ordinaria sono risultate pari a 22,6 milioni a fronte del dato di 27,4 milioni di marzo 2014, con un calo del 17,6 per cento. Entrando nel dettaglio dei numeri, il 15,2 per cento in meno è stato rilevato nel settore industria e il 23,5 per cento in meno nel comparto edile.

Sempre nel mese di marzo, il numero di ore di cassa integrazione straordinaria sono risultate pari a 36,5 milioni, registrando una contrazione del 31,4 per cento rispetto al mese di marzo 2014 (53,2 milioni di ore).

Per quanto riguarda gli interventi in deroga, le ore autorizzate nel mese scorso sono state pari a 2,6 milioni, registrando un crollo del 91,2 per cento sul 2014. Al riguardo bisogna segnalare però l’assenza di fondi e stanziamenti.

Infine il capitolo disoccupazione: nel mese di febbraio sono state presentate complessivamente un totale di 119.519 domande, registrando un calo del 17,1 per cento rispetto alle 144.231 dello stesso mese dello scorso anno.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica