Burberry, vendite in calo nel II° trimestre

BurberryBurberry nel secondo trimestre dell’anno ha registrato una frenata delle vendite globali, cresciute del 3% a 475 milioni di sterline rispetto al rialzo dell’11% archiviato nel primo trimestre. Lo ha reso il gruppo britannico del lusso.

Le vendite sono cresciute del 6% nei negozi di proprietà, mentre sono diminuite dell’1% all’ingrosso e del 4% per quanto riguarda le licenze.

Con riferimento al primo semestre, le vendite di Burberry sono cresciute del 6%, con un rialzo del 9% per gli atelier, una crescita del 2% per le vendite all’ingrosso e una flessione del 3% per le licenze.

E’ stato reso noto che il rallentamento è dovuto alla frenata nelle vendite registrata in Cina e nel Regno Unito, mentre buone invece le performance a Hong Kong, in Francia e in Germania.

Il direttore generale Angela Ahrendts ha sottolineato che in un contesto economico molto difficile come quello attuale, la frequenza dei clienti è diminuita di molto, ma nonostante ciò “la forza del brand resta solida con i clienti che spendono di più“.

La società ha inoltre diffuso che ha intenzione di riprendere la gestione diretta dei suoi profumi a partire dal primo aprile 2013, al termine della partnership con l’azienda francese Interparfums.

 

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica