Bankitalia rivede le stime del Pil

 Bankitalia rivede le stime del Pil

La ripresa economica in Italia nel secondo trimestre prosegue secondo le ultime rilevezioni diffuse da Bankitalia. Previsto infatti un aumento del Pil dello 0,7 per cento nel 2015 e dell’1,5 per cento il prossimo anno.

L’economia italiana nel periodo in esame registra dunque il ritorno agli investimenti ed i buoni risultati derivanti dal comparto dei beni strumentali.

Per quanto riguarda il delicato tema dell’occupazione, rimane ancora molta incertezza, con il numero di disoccupati che dovrebbero scendere sotto quota 12 per cento (esattamente 11,9 per cento) soltanto verso la fine del 2016.

La Banca d’Italia sottolinea inoltre che dopo 3 anni sono tornati finalmente a crescere i prestiti alle famiglie. Il motivo è da ricercarsi negli effetti derivanti dalle misure adottate dalla Banca centrale europea.

I prestiti alle famiglie sono infatti cresciuti dello 0,4 per cento e quelli alle imprese manifatturiere dello 0,7 per cento. Si tratta del primo incremento a distanza di oltre tre anni.

Gli esperti di Palazzo Koch mettono infine in risalto anche una marcata flessione del costo dei prestiti nel secondo trimestre dell’anno.

Finanza
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica