Arriva l'imposta unica comunale sulla casa (Iuc)

Filomena Spisso
  • Autore - Laurea in scienze politiche

Arriva l'imposta unica comunale sulla casa (Iuc)

É stata raggiunta l’intesa sulla nuova tassazione degli immobili: la Trise viene sostituita dalla Iuc, l’imposta unica comunale.

La nuova imposta sulla casa prenderà il posto dell’Imu a partire dal prossimo anno. È prevista l’esenzione della prima casa, ad esclusione delle abitazioni di lusso.

Saranno inoltre stanziati 500 milioni di euro per i Comuni, da destinare alle detrazioni per le famiglie con redditi più bassi, che si aggiungono al miliardo di euro già in precedenza assegnato.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giovanni Legnini, ha sottolineato che ora si ha la certezza, grazie a questi interventi, che si pagherà di meno, con le famiglie titolari di redditi bassi e prime case che potranno beneficiare di ampie detrazioni.

La Iuc andrà a comprendere l’Imu, la Tasi e la Tari.

Sulle case non destinate ad abitazione principale, la somma delle aliquote Imu e Tasi non potrà essere superiore al 10,6 per mille, a fronte dell’11,6 per mille previsto dalla Trise.

I relatori della commissione hanno messo in risalto di aver rispettato l’impegno di una abbassamento generale delle imposte sulla casa.