Allarme Istat over 50 senza contributi

L'Istat ha lanciato un nuovo allarme pensioni sui cittadini italiani di età compresa tra i 50 ed i 69 anni

L’Istat ha lanciato un nuovo allarme pensioni sui cittadini italiani di età compresa tra i 50 ed i 69 anni, per i quali la povertà è ritenuto un rischio molto reale.

L’Istituto di Statistica ha comunicato che sono 541 mila i cittadini tra i 50 e 69 anni che non hanno  ancora versato nessun contributo previdenziale, e di conseguenza è molto forte il rischio di non poter provvedere autonomamente al proprio sostentamento, al sopraggiungere dell’età avanzata.

Il peso maggiore riguarda le donne, il 9,6% rispetto al 6,7% degli uomini, ed incide maggiormente nelle regioni meridionali, dove risulta al 9,8% a fronte del 7% del Nord e ad una quota del 7,3% del Centro.

L’Istat inoltre ha sottolineato che tre quarti di coloro compresi nella fascia d’età dai 50 ai 69 anni, è andato in pensione anticipatamente rispetto a quanto previsto dalla pensione di vecchiaia, corrispondenti a circa 2 milioni 621mila persone.

Sempre nella fascia di età dai 50 ai 69 anni, sono invece 411mila coloro che hanno deciso di continuare a lavorare anche dopo aver ottenuto la pensione da lavoro, in quanto non sufficiente a garantire un reddito soddisfacente.

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica