Allarme indebolimento dei consumi ed occupazione

lavoro.21.jpg

Il lavoro per i giovani continua a mancare, soprattutto nel Mezzogiorno d’Italia: è questa la fotografia dell’Italia di oggi scattata nel mondo del lavoro, in base a quanto emerge da uno studio presentato da Bankitalia.

Infatti è stato evidenziato che le opportunità di lavoro proprio per i più giovani “continuano a deteriorarsi in tutte le regioni“, con il Mezzogiorno che vive la situazione più critica, dove il tasso di disoccupazione di coloro che hanno meno di 30 anni è oltre il doppio della media complessiva.

Secondo quanto rilevato da Bankitalia, la crescita dell’occupazione in determinati settori, è stata molto più debole al Centro e nel Sud rispetto al Nord, dove è cresciuta, con particolare riferimento al Nord Est.

Nel Mezzogiorno inoltre si è registrato un indebolimento dei consumi, come naturale conseguenza dell’elevato livello di disoccupazione raggiunto, al contrario del nord dove ha “retto” la tenuta della domanda, con una occupazione più “vivace di quella media nazionale”.

Nel 2011 il Pil è stato pari allo 0,0% nel Sud, allo 0,1% al Centro mentre nel Nord Ovest è cresciuto dello 0,6%, e nel Nord Est dello 0,9%, portando quindi la media nazionale allo 0,4%.

A tal proposito, conclude il rapporto Bankitalia, sono già iniziate una serie di azioni avente come scopo quello di “accelerare l’uso dei fondi strutturali”.

 

Borsa
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica