Alitalia quarto trimestre conti in rosso


alitalia-rating

L’amministratore delegato di Alitalia, Rocco Sabelli, ha reso noto che l’attuale situazione di crisi avrà un impatto molto negativo sui conti della compagnia di bandiera italiana, con riferimento all’ultimo trimestre dell’anno.

Infatti è stato evidenziato che in relazione ai primi nove mesi dell’anno, Alitalia è riuscita ad ottenere risultati soddisfacenti, ma l’ultimo  trimestre del 2011, si prevede piuttosto difficile, proprio per il peggiorare della crisi economica da un lato, e della crescita debole del Pil italiano dall’altro.

Sempre secondo quanto espresso  dall’amministratore delegato di Alitalia, la stessa azienda difficilmente raggiungerà gli obiettivi prefissati per l’anno in corso, ed anche in relazione al 2012 numerosi sono gli interrogativi che si pongono all’orizzonte.

Sabelli ha espresso anche la sua preoccupazione per il blocco degli investimenti che è stato deciso a Fiumicino da “Aeroporti di Roma”, in attesa di novità in tema di adeguamento delle tariffe: secondo l’Ad di Alitalia è fondamentale la crescita e gli interventi di potenziamento dell’aeroporto di Fiumicino, senza il quale  si bloccherà anche la crescita di Alitalia.

Sabelli ha anche messo in evidenza la diminuzione  della domanda di voli da parte delle più importanti 50 imprese italiane, che ha causato una diminuzione del 10% del traffico aereo.

Il primo obiettivo dell’Ad di Alitalia è quello di chiedere al nuovo governo  l’ampliamento della stessa infrastruttura,  i lavori erano stati iniziati con il governo precedente, ma successivamente bruscamente interrotti.

Continua: Alitalia, – 201 milioni nel I° semestre