Quanto guadagna Marco Morrone di Saluta Antonio?


saluta antonio Marco Morrone

Un web star diventata tale a un video incredibilmente virale: una frase ormai entrata nel linguaggio comune di migliaia di ragazzi della generazione web.

Saluta Antonio, alias Marco Marrone, in pochissimo tempo è riuscito a raccogliere migliaia di view con i suoi video su Youtube diventando a tutti gli effetti un vero personaggio conosciuto in tutta Italia.
Con il suo “Saluta Andonio” è riuscito a spopolare non solo online ma anche nella vita reale, diventa special guest nel video “Volare” di Rovazzi e Morandi, un traguardo incredibile se pensiamo da dove arriva.

Quando guadagna Saluta Antonio?

saluta antonio

Ora la domanda che in molti si pongono è: ma quanto guadagna “Saluta Antonio” alias Marco Marrone? Come riesce a monetizzare la sua popolarità divenuta virale grazie a un video comico quanto banale?
Per lui il business è diventato tale grazie a due strumenti: un singolo e le continue ospitate in locali e discoteche di mezza Italia.

Solare, amichevole e decisamente naturale, Marco è un personaggio che racconta ciò che il web può diventare: uno strumento non solo dove condividere la propria vita, ma un vero e proprio lavoro nato quasi dal nulla.

I genitori di Marco amministrano un mobilificio, mentre lui trascorre le giornate girando il nostro paese e creando clip di successo: ecco le parole del suo manager

Marco arriva al locale alle 23 perché, essendo minorenne, deve andare via prima di mezzanotte: saluta, parla, e canta la sua canzone

Marco per le sue ospitate e comparsate chiede un compenso che varia dai 500 ai 1500 euro, soldi che prontamente il ragazzo consegna ai suoi genitori: un comportamento maturo per un giovane con un futuro promettente.

Marco Morrone vittima del bullismo

morandi volare rovazzi saluta antonio

La storia di Marco però non è tutta rosa e fiori: il ragazzo in passato è stato vittima a scuola del bullismo.
La sua stazza lo aveva fatto soprannominare “chiattone” da alcuni sui compagni di classe: proprio per queste continue prese in giro il ragazzo ha voluto sfidare se stesso e i bulli che giorno dopo giorno avevano minato la sua autostima.

Continua: L'Italia e le altre storie – Marco Masini





Lascia una risposta