Londongrad ha trovato un regista?


Shame - Portraits: 55th BFI London Film FestivalLa drammatica pellicola della Warner Bros sembra aver trovato un regista, Rupert Wyatt.
Nulla di certo ancora, soltanto voci, ma trattasi di voci troppo insistenti negli ultimi giorni che, nel mondo di Hollywood, solitamente sono il preludio della firma di un contratto.
Il regista si è affacciato al successo mondiale con il fortunatissimo L’alba del Pianeta delle Scimmie.
Prima di questa pellicola, Wyatt, non aveva realizzato progetti di particolare rilevanza, ma adesso il suo nome è divenuto talmente grande da essere posto nella lista dei possibili registi, colleghi come Michael Bay e Christofer Nolan, in lizza per occuparsi dell’ambitissimo remake di Ai Confini della Realtà.

La pellicola in questione, Londongrad, è un progetto che da tempo la Warner sta cercando di realizzare. Trattasi dell’adattamento per il grande schermo del romanzo di Alan Cowell The Terminal Spy: A true Story of Espionage, Betrayal and Murder, e racconterà la storia dell’omicidio di Alezander Livinenko, ex agente dell’Intelligence russa, avvelenato da un isotopo radioattivo, con cui qualcuno ha corretto il suo ultimo drink. L’agente ammalato, sul letto di morte, accuserà dell’aspro omicidio il presidente Vladimir Putin, e sarà Cowell, capo della sede londinese del New York Times, a trattare la storia, scrivendo un pericoloso articolo nel quale verranno messe a nudo tutte le complesse implicazioni internazionali di questo omicidio, da lui definito, primo atto di terrorismo nucleare.

Lo script di Londongrad, adattato da David Scarpa, è sicuramente interessante. In questo drammatico spy-thriller vedremo, nel ruolo di produttore, anche Johnny Depp, mentre il protagonista, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe essere Michael Fassbender, il Magneto di X-Men L’inizio, che potremo vedere presto nello Shame di Steve McQueen.

Come avrete capito però, i contratti non sono stati firmati e quindi nulla di certo vi è ancora né sulla regia né sul cast. Vi terremo aggiornati sui futuri sviluppi del progetto.

Continua: On Chesil Beach ha trovato un regista





Lascia una risposta