I Film Italiani al Festival di Cannes

I Film Italiani al Festival di CannesC’era da aspettarselo, in qualche modo. Nonostante, come vi abbiamo accennato qualche tempo fa, il film di Sorrentino abbia ricevuto diversi minuti di applausi, e quello di Moretti sia andato altrettanto bene in fase di proiezione, per l’Italia questo festival di Cannes è da concludersi con un nulla di fatto. Sia Habemus Papam che This Must Be the Place, infatti, tornano a casa senza aver vinto neppure un premio dalla prestigiosa kermesse francese, che ha rivolto le proprie attenzioni ad altre pellicole.

Il premio più ambito del festival, infatti, la Palma d’Oro, è andato a The Three of Life, il film di Terrence Malick con Brad Pitt. Doppio il Grand

Prix Speciale della giuria: premiati The Kid with a Bike dei fratelli Dardenne, e Once Upon a Time in Anatolia di Ceylan. Il premio alla regia è andato a Nicola Winding Refn, mentre i migliori attori sono stati Kirsten Dunst, protagonista di Melancholia di Lars Von Trier (fatto allontanare dal festival per le sue dichiarazioni sul nazismo ed Hitler), e Jean Dujardin, protagonista di The Artist di Michel Hazanavicius.

Tra gli altri premi, poi, vediamo quello per la miglior sceneggiatura a Footnote di Joseph Cedar; il premio della giuria a Polisse di Maiwenn Le Besco; la camera d’oro per la migliore opera prima va a Las Acacia di Pablo Giorgelli; la Palma d’Oro per il miglior cortometraggio a Cross di Maryna Vroda; e il premio della giuria cortometraggi va infine a Badpakje 46 di Wannes Destoop.

Cosa ne pensate?

ATuttoNet
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica