Terremoto nucleare Giappone: come si muove il mondo del cinema?

All’indomani del terribile terremoto con conseguente tsunami (e disastro nucleare) che ha colpito il Giappone, anche il mondo del cinema si mobilita per far sentire la propria voce.

D’altra parte di fronte ad una tragedia di tali proporzioni è difficile rimanere insensibili e le star di Hollywood possono fare molto per aiutare le vittime, in termini di mobilitazioni di risorse e sensibilizzazione delle persone.

L’attrice Sandra Bullock ha donato alla Croce Rossa americana una cifra pari ad un milione di dollari, tanto da essere stata pubblicamente ringraziata in un comunicato stampa. Altri attori, come Lindsay Lohan, Peter Facinelli, Eva Longoria e Milla Jovovich hanno esternato il proprio dolore e la propria vicinanza alle vittime tramite il loro account Twitter, sperando di convogliare donazioni.

Intanto la Warner Entertainment ha deciso di ritirare dalle sale cinematografiche giapponesi le copie di Hereafter, ultimo film di Clint Eastwood con Matt Damon. Era una scelta ovvia, visto che nelle prime scene del film la protagonista viene travolta da un’onda anomala attraversando uno stato di pre-morte.

E dopo aver ritirato le copie di Hereafter in Giappone, la Warner ha anche deciso di donare un milione di dollari per le vittime del terremoto, ossia una parte dei proventi della vendita del dvd e Blu-Ray di Hereafter. Clint Eastwood si è dichiarato felice di questa scelta.

Terremoto nucleare Giappone: come si muove il mondo del cinema?