Paul Walker Morto per l’alta velocità, non per un guasto meccanico!

Purtroppo, non è stato un guasto meccanico ad uccidere Paul Walker, bensì l’alta velocità. Il destino beffardo ha strappato gli occhi azzurri del cinema alla sua famiglia, alla sua vita, al set. Alla guida, il suo amico Roger Rodas, colpevole, quindi, della morte di Paul. E così fa ancora più male.

E’ stato il rapporto del Dipartimento della Contea di Los Angeles ad escludere un guasto meccanico quale causa dell’incidente mortale per Paul Walker. Il comandante Mike Parter ha affermato che l’unica causa dell’incidente sia stata l’elevata velocità, tra l’altro molto pericolosa in quel particolare tratto stradale.

Sky News ha riferito che l’auto stesse viaggiando a 90 km/h in una zona con un limite di velocità di 40. Potrebbe non sembrare una velocità tale da provocare uno schianto fatale eppure così è stato e l’auto di Paul Walker si è sfracellata contro un albero, accartocciandosi.

Tuttavia, la polizia ha anche smentito che il veicolo stesse compiendo una gara con un’altra auto. Si è purtroppo fin troppo fantasticato sull’evento, visto che la passione per le macchine abbraccia poi la carriera di Paul, legato assolutamente alla saga di Fast And Furious.

L’ultima volta che vedremo Paul Walker sarà il Fast And Furious 7. Verrà utilizzata una controfigura per completare le riprese che, per fortuna, erano già in fase avanzata, ma vederlo ancora una volta lì, sullo schermo, coi suoi grandi occhi dolci, azzurri come il cielo, a sorridere alla vita, sapendo che non potrà mai più farlo, sarà alquanto straziante! Non so se reggerà con facilità l’emozione di quel momento.

paulwalkermemorialgy

 

Cinema10
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica