Harry Potter e i Doni della Morte 2: una consacrazione da 900 milioni di dollari


Record su record e record nel record. Abbiamo capito quale sarà la parola maggiormente associata al capitolo conclusivo della saga Harry Potter, Harry Potter e i Doni della Morte Parte 2. Lo scorso mercoledì il film diretto da David Yates ha infatti superato la quota dei 900 milioni di dollari in incassi globali; ci ha messo soltanto 15 giorni ed ha superato Avatar che ce ne aveva impiegati 18. Se si vuole essere più precisi mercoledì il film è arrivato 906 milioni di incassi globali e già figura al 19esimo posto nella classifica mondiale di tutti i tempi, superando nel contempo anche il quarto episodio della saga, che nel complesso si era fermato a 896 milioni.

Ormai manca pochissimo perchè Harry Potter e i Doni della Morte Parte 2 superi i 974 milioni di dollari incassati nel mondo dal primo episodio, finora il più redditizio della lunga saga. Si approssima, inoltre, a diventare il secondo film dell’anno 2011 ad incassare più di un miliardo di dollari (il primo è stato Pirati dei Caraibi: Oltre I Confini del Mare, ora fermo a 1.03 miliardi complessivi); difficilissimo fare previsioni sul dato finale ma ormai tutti credono che l’entrata nell top five di ogni tempo è pressochè sicura.

E’ ancora una volta il mercato internazionale a sopperire ad alcuni “cali” del mercato americano che ora sembra tutto preso da Captain America. C’è inoltre un altro particolare da ricordare; l’incasso di questo ultimo Harry Potter vede i suoi dati un pò “gonfiati” dal sovrapprezzo 3D; i dati se opportunamente disaggregati non lo pongono affatto lontano dagli altri (e comunque di successo) film sul maghetto di Hogwarts.

Harry Potter e i Doni della Morte 2: una consacrazione da 900 milioni di dollari

 

Continua: Harry Potter e i Doni della Morte Parte 2: tiriamo le somme …