Avatar: James Cameron pensa in grande!

Il New York Times ha pubblicato un’interessante intervista fatta al cineasta James Cameron nel corso della quale si parla del suo futuro nel mondo del cinema. Quando gli viene chiesto se sta dando un occhiata a qualche nuova sceneggiatura, magari non legata al progetto Avatar, Cameron risponde che nel corso degli ultimi 16 anni ha suddiviso il suo tempo tra l’esplorazione oceanica e la realizzazione di film. Tutti quegli anni possono sembrare tanti, ma in fin dei conti Cameron ha realizzato solo 2 film ed 8 spedizioni. Quindi non è il caso di pensare ad altri progetti, questo è il periodo di Avatar e lo resterà.

“Farò Avatar 2, Avatar 3 e forse anche Avatar 4, non mi metterò a produrre film di altre persone. Non sono interessato a prendere in considerazione nuove sceneggiature. Tutto questo può anche suonare restrittivo, ma il fatto è che penso ci sia qualcosa insito nel progetto Avatar, cose che devono essere spiegate che possono illuminarci sul nostro modo di stare al mondo, divertendoci al contempo. E se qualcosa dovesse sfuggirmi la racconterò attraverso i documentari a cui continuo a lavorare. Ho fatto 5 documentari negli ultimi 10 anni e spero di farne ancora tanti. Ne sto facendo uno proprio adesso, riguardante il progetto Deep Sea Challenge che ha appena terminato la sua prima spedizione”.

Cattive notizie per chi sperava che Cameron lavorasse a Battle Angel per un possibile adattamento cinematografico del manga. Progetto rispetto al quale lo stesso Cameron si è detto interessato ma in ogni caso non prima dei sequel di Avatar. A che punto è però la lavorazione per il secondo film?

“Ho lavorato tutto lo scorso anno allo sviluppo dei software. La metodologia di produzione virtuale usata nel primo film era ancora allo stato di prototipo. Nessuno l’aveva mai fatto prima e ci abbiamo messo 2 anni e mezzo e 100 milioni di dollari per capire come funzionasse. Stavolta vogliamo semplificarci la vita e quindi useremo più intelligenza che creatività.” Una data però non c’è.

Avatar: James Cameron pensa in grande!