Tarantino: addio dopo il decimo film?


Quentin Tarantino, uno dei registi più apprezzati ed eccentrici, ha appena rilasciato un’intervista shock a Playboy. Dopo il decimo film, infatti, potrebbe ritirarsi dalle scene. Alla soglia dei 50 anni, dunque, sarebbe già pronto a dire addio al set. Se questo fosse vero Django Unchained, ispirato agli spaghetti western e in uscita a gennaio, sarebbe il suo ultimo film!

In tutta onestà credo che sarebbe un vero peccato, personalmente lo apprezzo molto come regista, ho amato alla follia Mulholland Drive, ma anche Pulp Fiction e Kill Bill, alcune trovate sono a dir poco geniali. Certo, non tutti saranno d’accordo con me, il suo cinema, come ha detto lo stesso Tarantino, o si ama o si odia, ma io appartengo senza dubbio alla schiera dei suoi estimatori.

Come ha dichiarato Quentin Tarantino: “Normalmente i peggiori film di un regista sono gli ultimi 4 della sua filmografia. Io preferisco fermarmi ad un certo punto e non diventare un vecchio filmaker, ma se dovesse succedere qualcosa nel mio cuore, se avessi una nuova storia da raccontare, allora potrei tornare. Se dovessi fermarmi a 10 film, mi starebbe comunque bene come testamento artistico”.

In poche parole, Tarantino preferisce chiudere la sua carriera in modo glorioso, un po’ come i calciatori, prima che possa accadere che uno dei suoi film sia un flop. L’annuncio forse non lascia tutti sorpresi, già in occasione di Bastardi Senza Gloria, infatti, nel 2009, aveva parlato di un imminente ritiro dal set. A questo punto, non mi resta che sperare, come allora, che ci ripensi!

 

Tarantino: addio dopo il decimo film?

Continua: Happy Birthday Mr Tarantino, da Pulp Fiction a Django Unchained