Robert Pattinson Kristen Stewart: un amore "storico"

Tempo fa, il nostro “vampiro” Robert Pattinson aveva regalato un anello alla sua “Bella” Kristen Stewart, ricordate? E fin qui nulla di sconvolgente, anche se i fan della coppia si sono letteralmente liquefatti all’idea che i due si potessero fidanzare ufficialmente e roba simile. Poi accade che la coppia attraversi uno dei tanti periodi di crisi (manco stessero assieme da vent’anni!) ed ecco che l’anello di lui scompare dal dito di lei, aneddoto rivelato dagli innumerevoli scatti dei paparazzi che li inseguono ovunque e dai fan nominati prima, che sul web hanno dato l’allarme: oddio! Kristen non porta più il suo anello!!! I piccioncini, però, non si lasciano come si temeva (sempre se sia realmente amore il loro o una perenne ed efficientissima promozione della saga di Twilight) e fra incontri sul set (di altri film) e case in vendita (forse comprate e forse no per andare a convivere), ecco che il “Romeo” dai lunghi canini avanza con un secondo gesto da principe azzurro. Pare, infatti, che Pattinson abbia regalato alla Stewart un secondo anello… E anche qui nulla di grave, se non fosse che il gioiello in questione è antico (nel vero senso della parola). In più, per personalizzare ulteriormente il regalo, Robert ha fatto incidere all’interno dell’anello una frase in latino, che tradotta dovrebbe voler dire questo: anche se non mi puoi vedere, il mio amore è sempre con te.

Al di là che queste cose non mi sciolgono per niente (anzi), io ho la netta sensazione che ci stiano marciando sopra e alla grande. Badate bene che non si tratta di non essere romantica o troppo cinica. Il romanticismo è tutt’altra cosa, siamo noi che nel corso dei secoli l’abbiamo semplificato in una cena a lume di candela, regali, fiori, lettere d’amore, poesie, colazione a letto, balli lenti e una proposta di matrimonio in ginocchio. Queste cose le possono fare tutti, volendo, non è “romantico”. Il vero romanticismo è uno stato di grazia e dannazione che pochi raggiungono. Un sentimento complesso che spesso non è ricambiato o se per miracolo sì, allora è raro che possa essere vissuto bene, in piena regola. Romantici per davvero erano Romeo e Giulietta, che pur di stare insieme sono andati incontro alla morte! Romantici non siamo noi se ci rechiamo al cinema mano nella mano o se riceviamo in dono un anello (appunto), antico o non antico che sia, ci sciogliamo in lacrime! Ma per carità, ognuno è fatto a modo suo, giusto?

E a tal proposito mi viene in mente un servizio che ho visto in tv, proprio stamattina, che parlava di come ormai i gioielli siano fuori moda, per quanto a dirlo a certe donne c’è il rischio di provocare ictus ed embolie. Un anello è roba da “vecchi”, hanno dichiarato alcuni giovani fermati per strada. Cos’è meglio, allora, per chi vuole a tutti i costi dimostrare quanto ama? Purtroppo (e sottolineo purtroppo) la risposta è stata banale, facendomi cadere le braccia: un lucchetto! Un messaggio su Facebook! Cioè, capito? E io che mi aspettavo qualcosa di struggente o di originale e, sicuramente, di meno “trash” e di meno “tecnologico”. La verità qual è, dunque? Che nessuno ha più tempo per pensare a qualcosa di unico? L’anello è superato, è vero. Ma un lucchetto idem, dai, sono anni ormai che Federico Moccia ha scritto Ho Voglia di Te, basta! E che dire di Facebook? E’ divenuto sul serio una malattia? Già i vip si fanno guerra a suon di messaggi sulle bacheche ufficiali, dobbiamo quindi scendere anche noi a questi livelli?

Non so che dire… E poi, permettetemi, ma che si inventino qualcos’altro anche in quel di Hollywood, please! Non so se avete letto l’ultimo libro scritto da Stephenie Meyer riguardo alla love-story tra Edward e Bella, Breaking Dawn, romanzo sul quale è basato il quarto capitolo cinematografico della saga di Twilight (che arriverà nelle nostre sale il 16 novembre 2011), ma c’è un passaggio nel quale Bella regala alla figlia un medaglione antico, con incisa una frase in francese che dice: più della mia stessa vita. Ora, io non voglio nemmeno lontanamente presumere che sia tutto organizzato per dar da “bere” quello che vogliamo a noi creduloni “romantici” (invece sì), ma inventarsi qualcos’altro? Mi pare strano che i fan più accaniti siano esplosi di gioia con tanto di occhi a forma di cuore, invece che fermarsi un secondo a riflettere e a ricordare questo aneddoto riportato dal libro. Perchè se davvero Robert Pattinson avesse attinto l’idea da lì non apparirebbe più come il principe azzurro number one! E poi, ripeto, non è detto che sia stato lui ad avere questa “genialata”, bensì uno dei suoi agenti o chi per essi, che ha il compito di “pubblicizzare” la relazione fra lui e Kristen.

Insomma, sia come sia, per me ci stanno prendendo allegramente per i “fondelli” (come si dice) e questo regalo, questo gesto “romantico” da parte di Robert per la sua “Bella”, mi sembra più che altro un’ottima promozione per quanto riguarda l’ultimo film da loro interpretato, The Twilight Saga: Breaking Dawn-Parte 1. Chissà in quanti, che non hanno letto il libro, trilleranno di gioia al cinema, quando vedranno sullo schermo la scena del medaglione, ricollegandola all’istante all’anello “antico” con frase in latino. No? Staremo a vedere… Io posso anche passare per l’avvocato del diavolo, certo, ma in questo caso me la rido (e anche di gusto!).

Robert Pattinson Kristen Stewart: un amore "storico"