Harry Potter curiosità Doni Della Morte

I più seguono le avventure del maghetto sul grande schermo al cinema, eppure le chicce più gustose della saga si nascondo fra le pagine dei libri ad essa dedicata. Harry Potter e i Doni della Morte è l’ultimo dei sette romanzi della serie di Harry Potter, scritto e ideato dalla scrittrice britannica J. K. Rowling. La Rowling ha dichiarato di aver terminato il libro l’11 gennaio2007, in un albergo di Edimburgo. Il 16 luglio, pochi giorni prima dell’uscita ufficiale del libro, su internet è comparso un PDF contenente le foto di tutte le pagine del libro che si sarebbe poi rivelato l’originale, rompendo così il rigoroso embargo imposto dalla casa editrice. Si trattava della versione statunitense, in cui si potevano leggere tutte le 759 pagine del libro. Il PDF ha cominciato a circolare su canali peer-to-peer. In seguito la stessa autrice, tramite il suo avvocato, aveva ammesso che delle versioni “plausibili” del libro erano cominciate a circolare, ma aveva invitato i lettori a ignorare tali versioni e chiesto a coloro che le avevano lette di non rivelare ad altri elementi del libro.

Il settimo libro è l’unico libro della saga a non iniziare con un imminente ritorno ad Hogwarts: non si assiste al viaggio in treno verso la scuola né alle lezioni che vi si svolgono; non vengono introdotti nuovi personaggi di rilievo, ed alcuni, come la professoressa Minerva McGranitt compariranno solo al trentesimo capitolo, altri faranno solo una fugace apparizione. L’ultimo incantesimo a venire formulato poi è Reparo per aggiustare la bacchetta di Harry, inoltre in questo libro c’è un vistoso errore di traduzione: Harry (a pag. 104 della versione italiana) chiede ad alta voce se Silente abbia rotto l’Anello di Orvoloson Gaunt; questo è assolutamente incoerente perché Silente stesso nel sesto libro (a pag. 458 della versione italiana) dice chiaramente a Harry di aver distrutto l’Anello in questione come lui ha distrutto il Diario di Tom Riddle. Nella versione inglese Harry si chiede semplicemente in che modo Silente sia riuscito a distruggere l’anello. Nella trama del libro poi sono presenti due citazioni bibliche. Nella copertina si può chiaramente leggere: “L’ultimo nemico che sarà sconfitto è la morte”, presente sulla tomba di James e Lily Potter, pagina 304. La frase è contenuta anche nella prima lettera di San Paolo apostolo ai Corinzi. (1Cor 15,20-27). Un’altra citazione biblica è presente a pagina 301: “Dove si trova il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore”, incisa sulla tomba di Kendra Silente, frase contenuta anche nel Discorso della Montagna (Mt 6, 19–21).

Harry Potter curiosità Doni Della Morte

Cinema10
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica