Da Johnny Depp alla storia originale di The Lone Ranger!


Oggi 3 luglio sbarca nelle nostre sale The Lone Ranger. Il film, come certamente saprete, è tratto da un fumetto e racconta la storia del cavaliere solitario e del fido indiano Tonto, interpretato da Johnny Depp, che per quanto possa sembra un vero nativo americano, bisogna dirlo, ricorda molto Jack Sparrow! E non a caso, visto che la pellicola è diretta dal regista premio Oscar Gore Verbinski e prodotta dal pluripremiato Jerry Bruckheimer, lo stesso team dei primi 3 film del franchise Pirati Dei Caraibi.

Come ha spiegato Bruckheimer: “C’è qualcosa in questi personaggi che ha affascinato ogni generazione fin dalla loro invenzione. Sono cresciuto a Detroit e gli spettacoli radiofonici e televisivi de Il cavaliere solitario hanno fatto parte della mia adolescenza, come di milioni di altri. Con Gore sapevamo che era arrivato il tempo di far rinascere The Lone Ranger”.

Anche Johnny Depp ha confessato di avere un debole per il personaggio di Tonto. L’attore, infatti, ha raccontato che da bambino, quando aveva circa 6-7 anni, guardava Il Cavaliere Solitario e si indentificava proprio con l’indiano. Solo si domandava perché fosse solo una spalla, perché fosse meno importante del bianco. E la cosa, pare lo facesse stare davvero male: “Quando giocavamo da piccoli, ero sempre l’indiano e mai il cowboy. Con Lone Ranger siamo davvero una strana coppia: lui inquadrato e io fuori dagli schemi”.

Naturalmente, Johnny Depp ha voluto creare una sua versione del personaggio, con l’obiettivo di farne un guerriero, un uomo dotato di grande integrità e dignità morale. Ci sarà riuscito?!

 

Johnny Depp

Continua: The Lone Ranger, il cavaliere solitario in 700 copie!