Berlino 2012 Cesare Deve Morire: l’elogio di Ornaghi ai fratelli Taviani


Grande vittoria per il cinema italiano al Festival di Berlino 2012 che ha chiuso i battenti ieri 19 febbraio consegnando l’Orso D’Oro alla pellicola Cesare Deve Morire dei fratelli Taviani.

Un successo che suscita grande gioia ed orgoglio in Penisola e non solo da parte della critica e del pubblico, ma anche da parte del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Lorenzo Ornaghi che in un intervento ha voluto elogiare ulteriormente la vittoria italiana a Berlino dei due registi dichiarando quanto segue: “Questo premio è un segnale di ottimismo per tutto il Paese, un incoraggiante invito a proseguire nello sforzo di riavviare un ciclo positivo, rafforzando l’impegno per dare sempre nuova linfa alla creatività e alla straordinaria produzione culturale del nostro Paese.

Interamente realizzato all’interno dell’istituto carcerario di Rebibbia, a Roma, Cesare Deve Morire mette in scena con lo stile del docu-fiction il Giulio Cesare di William Shakespeare avvalendosi dell’interpretazione degli stessi carcerati.

Il teatro viene così abilmente proposto come una valida alternativa per poter permettere ai detenuti di reinserirsi all’interno della società, dando il via a quel percorso di reintegro e riscatto tramite le forme d’arte più antiche ed apprezzate.

Insomma il risultato è ampiamente degno di un Orso D’Oro e dal prossimo 2 marzo avremo anche noi la possibilità di visionare la pellicola con il suo arrivo in sala. Nel frattempo vi segnaliamo il trailer ufficiale di Cesare Deve Morire invitandovi a commentare insieme a noi le prime immagini del film vincitore della 62esima edizione del Festival Di Berlino.

 

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=z7pMXdjOn3c

Berlino 2012 Cesare Deve Morire: l'elogio di Ornaghi ai fratelli Taviani

Continua: Cesare Deve Morire: il film dei Taviani da Berlino 2012 alle sale italiane