Incidenti e vittime stradali in crescita


Incidenti e vittime stradali in crescita

Lo scorso anno sulle strade di tutta Europa sono state 26.300 le vittime a seguito di incidenti stradali. Le cause principali sono soprattutto alcool, elevate velocità e distrazione.

Incidenti stradali allarme Europa

Tornano a crescere gli incidenti stradali in Europa. È quanto emerso dal rapporto “Road Safety Performance Index Report” redatto dal Consiglio Europeo per la Sicurezza dei Trasporti.

I dati sono relativi al 2015 e registrano un incremento dell’1.3 per cento di incidenti gravi rispetto al  2014.

In tutto le vittime sono state 26.300, un numero in crescita sul precedente anno.

Secondo l’ETSC le cause principali del numero di incidenti mortali sono il mancato rispetto dei limiti di velocità e dell’obbligo della cintura di sicurezza, la distrazione alla guida (leggasi soprattutto smartphone) e il mettersi al volante in stato d’ebrezza.

Paesi virtuosi alla guida

Tra le nazioni più virtuose,  da segnalare l’Estonia con un calo di incidenti gravi del 14,1 per cento, l’Irlanda con una flessione del 14 per cento, la Lettonia dell’11.3 per cento, la Lituania dell’11 per cento, la Polonia dell’8.2 per cento e la Svezia del 4.1 per cento.

In forte crescita invece a Cipro (+ 26,7 per cento), in Finlandia (+13.5 per cento) e Croazia (+13 per cento).

L’Italia registra un incremento dell’1.4 per cento con 3.430 vittime a fronte delle 3.381 del 2014.

Continua: Italia: incidenti in calo ma primi in Europa per decessi





Lascia una risposta