BMW M1: il ritorno della mitica supercar bavarese

Antonella Palumbo
  • Autore - Laurea in Scienze Politiche

BMW M1: il ritorno della mitica supercar bavarese

BMW ha dichiarato che stà lavorando alla progettazione della nuova M1, coupè a motore centrale, motorizzata con il V6 3’000cc potenziato e ripulito.

M1 Moving

Direttamente dalla Concept M1 Hommage, BMW tirerà fuori una supercar dalle prestazioni entusiasmanti, ma che si distinguerà dalle altre per una caratteristica: avrà emissioni inquinanti più basse di una BMW Serie 5. I disegni sono stati mostrati per la prima volta all’ultima edizione del concorso d’eleganza di Villa d’Este, prototipo nato per rendere un tributo ai trent’anni della meravigliosa e gloriosa sportiva bavarese del ‘78.

M1 Posteriore

Da prototipo inizialmente senza alcun seguito la BMW ha deciso di mandare in produzione la vettura e ha promesso una cosa: andrà forte emettendo risibili quantità di anidride carbonica. I tecnici BMW hanno infatti individuato due condizioni fondamentali: riproporre il senso di esclusività e di innovazione appartenenti alla rimpianta M1, senza però tralasciare un tema quanto mai moderno e di necessaria considerazione: l’inquinamento. Ecco allora l’obiettivo di limitare le emissioni di CO2 ad un livello non superiore a quelle di un’auto di classe inferiore come una Serie 5 (benché non abbiano specificato quale modello della gamma).

M1 Frontale

M1 Posteriore 34

La scelta dei progettisti Bmw, per quanto concerne il reparto motoristico è ricaduta quindi sul 3,0litri bi-turbo (potenziato probabilmente ad almeno 500cv e reso più spigoloso nel carattere), che congiuntamente all’Efficient Dynamics ed un derivato dal Kers garantirà prestazioni e emissioni inquinanti relativamente basse. Chiaro che l’estetica sarà quanto più somigliante al Concept Hommage.

Per quanto riguarda la commercializzazione si parla almeno del 2012

M1 finale