Hendrix e la fisica: pickup della chitarra


Come funzionano i pickup? Quale principio sfrutta il campo elettromagnetico per i pickup delle chitarre elettriche?
pickup-come-funzionano

Com’è fatto un pickup?

Nel nostro percorso sulla fisica che ha reso famoso Jimi Hendrix stiamo analizzando tutta la parte fisica di una chitarra elettrica, dall’acustica all’elettromagnetismo.

In particolare tutti i dati sono riferiti ad una Fender Stratocaster, ma ad ogni modo ogni concetto finora trattato (o che sarà trattato nelle prossime puntate) vale per ogni tipo di chitarra… numeri e dati specifici a parte! I magneti sono in Alnico.

Alnico è l’acronimo che fa riferimento a tutte le leghe che sono principalmente composte da alluminio, nichel e cobalto (da cui AlNiCo) con l’aggiunta di ferro, rame e talvolta titanio.

pickup-elettromagnetico-funzionamento

Tipicamente le percentuali sono 8 – 12% per l’alluminio, 15 – 26% per il nichel, 5 – 24% per il cobalto, più un massimo di 6% di rame, 1% di titanio, e il resto ferro. Le leghe di Alnico costituiscono dei forti magneti permanenti, dunque producono un forte campo magnetico.

Giusto per dare un’idea, tra i magneti più comuni solo quelli in neodimio o in samario – cobalto sono più potenti. I magneti in Alnico producono un campo magnetico ai poli che è dell’ordine di 1500gauss (0,15tesla), ovvero circa 3000 volte il campo magnetico terrestre.

Alcuni tipi di Alnico sono isotropi, producendo un campo magnetico costante in ogni direzione; altri tipi di Alnico (come, per l’appunto, l’Alnico V usato per i pickup) sono non isotropi e presentano dunque direzioni privilegiate per il campo magnetico che producono.

Nelle prossime puntate vedremo più nel dettaglio cosa succede quando una corda viene messa in vibrazione, considerando insieme sia gli aspetti acustici che elettromagnetici. Alla prossima!

Continua: Hendrix e la fisica – Pickup ed elettromagnetismo.





Lascia una risposta