Robert Pattinson, il vampiro con le scarpe da tennis


Domani è il giorno di Twilight: Eclipse. Il tanto atteso 30 giugno è arrivato e i fans della saga sui vampiri più moderni della storia, sono già accampati fuori le sale cinematografiche per accaparrarsi i biglietti di una prima che si preannuncia già eclatante.
Sfondare il tetto 20 milioni, questo l’obiettivo di Twilight: Eclipse in Italia… obiettivo che non sembra impossibile da raggiungere, considerati i risultati ottenuti dalla saga già nei precedenti capitoli.
I vampiri nella storia del cinema sono sempre state figure interessanti e sfruttatissime, c’è poco da fare. Il senso di horror mischiato all’elemento del sentimentalismo romantico, ha costituito un mix letterario prima e cinematografico poi, di sicuro impatto, soprattutto per quel che riguarda la leggendaria icona vampiresca di Dracula.
Eppure nei primi anni del cinema, il vampiro più famoso era una donna, Theda Bara, uno donna che anzichè succhiare sangue, mangiava uomini. Da li in poi, il passo alla figura di vampiro più classica, fu breve. Arrivò infatti l’immortale Nosferatu di F.W. Murnau, ispirato al romanzo di Stoker.
Il resto è un pò storia… dal Dracula di Bram Stoker di Francis Ford Coppola del 1992 a Intervista col Vampiro di Neil Jordan del 1994. Per arrivare a Twilight che non parlerà di Dracula ma, di vampiri ne sa di certo una più del demonio.
Il nuovo vampiro è oggi incarnato dalla figura di Robert Pattinson, un vampiro moderno, innamorato di una donna e con tutte le caratteristiche più evidenti di un comune ragazzo della sua età.
Il vampiro con le scarpe da tennis è Robert Pattinson, che tra le altre cose, secondo alcune rivelazioni, discenderebbe per genesi proprio dal Conte Dracula. Inquietante!
Vi ricordiamo l’appuntamento con Twilight: Eclipse fissato per domani, fateci sapere qualcosa dopo aver visto il film!

Continua: Robert Pattinson perde il confronto





Lascia una risposta